La riforma tributaria del 2019: l’evasore pentito.

La tempestività del pagamento del debito tributario permette al contribuente ravveduto di non essere punito: con la restituzione di quanto evaso si considera rimosso il danno determinato dall’illecito tributario. Il Legislatore, con la novella riforma del 2019 ha esteso la “clausola di non punibilità” anche ai reati tributari connotati dall’elemento della frode.

Commenta