IL REATO DI INDEBITA COMPENSAZIONE DI CUI ALL’ART. 10-QUATER D.LGS. N. 74/2000 SUSSISTE ANCHE QUANDO VENGONO ESTINTI DEBITI PER TRIBUTI DIVERSI DALLE IMPOSTE DIRETTE E DALL’I.V.A. E CONTRIBUTI PREVIDENZIALI O ASSISTENZIALI.

Pubblichiamo la nota del Prof. Francesco Ardito a: Cass., sez. III pen., 18 settembre 2020 – depositata l’8 gennaio 2021, n. 389. _______ La Suprema Corte ribadisce che la sfera di operatività del reato di indebita compensazione, di cui all’art. 10-quater del d.lgs. n. 74/2000, si estende alla compensazione “orizzontale”, anche nell’ipotesi in cui il

LE PRESUNZIONI TRIBUTARIE NON HANNO DI PER SE’ VALENZA NEL PROCESSO PENALE.

Publichiamo la nota di commento del Prof. Francesco Ardito alla sentenza della Suprema Corte n. 39615 del 22.10.2020. _______________ Con la sentenza n. 39615, depositata il 22 dicembre 2020, la Suprema Corte ribadisce che le presunzioni tributarie non hanno efficacia probatoria piena nel processo penale, costituendo solo elementi utili per il libero convincimento del giudice

LA DICHIARAZIONE DEL CONSULENTE QUALE ELEMENTO PROBATORIO UTILE PER DIIMOSTRARE LA CRISI DI LQIUIDITA’.

Cassazione, sezione terza penale, 18 settembre 2020 – 14 dicembre 2020, n. 35696. In tema di crisi di liquidità quale causa di forza maggiore ai fini della esclusione della tipicità del reato di omesso versamento dell’I.v.a. di cui all’art. 10-ter d.lgs. n. 74/2000, la Suprema Corte conferma il proprio orientamento in tema di principi: è

Solo l’integrale pagamento del debito tributario può determinare la revoca del sequestro preventivo.

Pubblichiamo la nota di sintesi del Prof. Francesco Ardito alla sentenza emessa dalla Cassazione, sez. III penale, 10 settembre 2020 – 14 ottobre 2020, n. 28488. ______________ La sentenza in commento conferma alcuni principi, in senso estremamente punitivo per il contribuente, da tempo affermati dalla giurisprudenza della Suprema Corte in tema di omesso versamento I.v.a..

IL REATO DI INDEBITA COMPENSAZIONE SI PERFEZIONA ANCHE SENZA PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE.

Pubblichiamo la nota di sintesi del Prof. Francesco Ardito alla sentenza della terza sezione della Corte di Cassazione n. 32686 del 23.11.2020. _____ Il delitto di indebita compensazione non presuppone la presentazione della dichiarazione in quanto si perfeziona con il mancato versamento dell’imposta a seguito della indebita compensazione con crediti non spettanti (in questo caso

NON E’ INTEGRATO IL REATO DI RICICLAGGIO QUALORA LA DICHIARAZIONE NON SIA STATA ANCORA PRESENTATA.

Pubblichiamo di seguito la nota di commento del Prof. Franccesco Ardito alla sentenza della Corte di Cassazione, sez. II penale, 9 settembre 2020 – 5 novembre 2020, n. 30889. _______ Assai controverso è il rapporto tra il delitto di frode fiscale e quello di riciclaggio (art. 648-bis c.p.). Secondo la dottrina dominante vi è incompatibilità

IL DECRETO PENALE DI CONDANNA PER REATI TRIBUTARI NON PUO’ PREVEDERE LA CONFISCA DEL PROFITTO DEL REATO.

Siamo lieti di ospitare e pubblicare  la nota di commento del Prof. Francesco Ardito alla sentenza  della Cassazione, sez. terza penale, 11 settembre  2020 – 2 novembre 2020, n. 3029. __________ La vicenda trae origine dalla impugnazione, proposta da un imprenditore, di un rigetto di riesame di un decreto di sequestro per il reato di